Diete per perdere peso

I risultati che si notano cominciando qualsiasi dieta per perdere peso sono quasi sempre la conseguenza della perdita di acqua e della riduzione del muscolo.

Per questo è normale recuperare il peso perso velocemente. A volte, il peso perso si recupera accumulando grassi. Questo si deve al meccanismo di difesa che possiede l’organismo, che consiste nell’accumulare grassi come fonte di riserva per il futuro.

Por questo motivo le diete restrittive che impongono il consumo di un alimento unico (come la dieta del limone, la dieta del pompelmo, la dieta della zuppa, etc.) non funzionano.

Inoltre, la restrizione di determinati alimenti annoia, demoralizza e fa soffrire la fame alle persone, e ciò porta all’abbandono della dieta stesa.

Come perdere peso

L’unica soluzione efficace per perdere peso è adottare una dieta sana ed equilibrata senza privazioni né digiuno. Realizzare congiuntamente dieta e attività fisica è il modo migliore per cominciare a dimagrire. Non è necessario rinchiudersi in una palestra per diverse ore: si può realizzare attività fisica moderata come una passeggiata, fare giardinaggio, giocare con i bambini, fare bricolage, o andare in piscina e trarre beneficio dalle tante virtù dell’acqua.

Dieta Mediterranea

Si conosce come dieta mediterranea il metodo di alimentazione dei popoli di alcuni paesi del mediterraneo, specialmente l’Albania, la Spagna, l’Italia, la Grecia e Malta.

Funzionamento della dieta mediterranea

Le proprietà che le vengono attribuite si basano sulla constatazione che nei paesi del Mediterraneo esiste un maggior consumo di grassi che negli Stati Uniti, ma una minor incidenza di malattie cardiovascolari. Il motivo sembra dovuto ad un maggior consumo di pesce, specialmente il pesce azzurro, ricco in acidi grassi omega 3; ad un maggior consumo di olio di oliva (che riduce il livello di colesterolo nel sangue) invece di grassi animali, ed infine al consumo di vino, che ha effetti utili, specialmente il vino rosso per le antocianine, che però per la tossicità dell’alcool deve bersi in quantità moderata, cioè uno o due bicchieri a pasto.

Inconvenienti della dieta mediterranea

La dieta proposta dal Dottor Keys è una dieta vegetariana, completata minimamente da carne e pesce che non si è mai consumato tradizionalmente in nessun paese del mediterraneo. Il dottore Keys si appoggiò sulla immagine di salute proiettata dai paesi del Mediterraneo sugli americani per formulare una dieta più razionale di quella basata su:

  • Fare colazione con un paio di uova
  • Cucinare con burro
  • Mangiare carne una o due volte al giorno
  • Eliminare quasi del tutto il pesce

Le caratteristiche principali della dieta mediterranea sono un alto consumo di vegetali, frutta, verdure, legumi, frutti secchi, pane e altri cereali; l’olio di oliva come grasso principale; un maggior consumo di pollame e pesce rispetto alle carni rosse; un consumo regolare di vino in quantità moderata.